ⓘ Harry, ti presento Sally...

                                     

ⓘ Harry, ti presento Sally.

Harry, ti presento Sally… è un film del 1989 diretto da Rob Reiner e scritto da Nora Ephron.

La pellicola narra la storia di Harry Burns Billy Crystal, Sally Albright Meg Ryan e del loro profondo rapporto di amicizia, che poi si trasforma in amore. Il film ha segnato un punto di svolta nella carriera del regista, della sceneggiatrice e dei protagonisti: negli Stati Uniti accrebbe infatti la loro popolarità, mentre nel resto del mondo li rese noti al grande pubblico. Allinterno dellopera appare in un cameo Estelle Reiner, madre del regista, che pronuncia la celebre battuta Quello che ha preso la signorina, inserita al trentatreesimo posto nella lista delle migliori citazioni cinematografiche di tutti i tempi.

Il film fu distribuito nelle sale statunitensi a partire dal 21 luglio 1989, mentre in quelle italiane dal 5 gennaio 1990 e divenne – con un incasso totale di oltre 186 milioni di dollari – un successo di pubblico e di critica, la quale apprezzò in particolare lironia dei dialoghi e lalchimia tra i due protagonisti. Candidato per lOscar alla migliore sceneggiatura originale e a cinque Golden Globe, Harry, ti presento Sally… fu inserito dallAmerican Film Institute allinterno della lista delle migliori commedie statunitensi, dei migliori film sentimentali e delle migliori commedie romantiche, assumendo con il tempo lo status di film di culto.

                                     

1. Trama

Chicago, 1977. Dopo la conclusione delluniversità, Harry Burns e Sally Albright decidono di trasferirsi a New York per intraprendere le rispettive carriere lavorative; il primo ha intenzione di diventare consulente politico, la seconda di studiare in una scuola per giornalisti. I due sono messi in contatto da Amanda Reese, fidanzata con Harry e migliore amica di Sally. Durante il lungo viaggio in auto, i due non solo hanno modo di dividersi le spese, ma anche di conoscersi attraverso numerose conversazioni; in particolare, Harry sostiene che ognuno possieda un lato oscuro, mentre Sally afferma di tenere costantemente un atteggiamento positivo. In seguito Harry confida alla compagna di viaggio di trovarla attraente, suscitando la contrarietà di questultima, che teme di fare un torto ad Amanda. La ragazza propone tuttavia di rimanere amici, ma Harry rifiuta, sostenendo che:

Allalba, giunti al parco di Washington Square, i due si salutano, senza prevedere che si sarebbero incontrati nuovamente; cinque anni dopo, Harry vede allaeroporto un suo vecchio conoscente, Joe, che sta baciando Sally. Malgrado non la riconosca subito, i due si ritrovano a prendere lo stesso volo, cosicché ha occasione di parlare con lei; entrambi hanno inoltre una relazione stabile: Sally convive infatti con Joe, mentre Harry ha deciso di sposarsi con Helen Hillson, un avvocato. I discorsi di Harry sullamore scandalizzano tuttavia nuovamente Sally e, quando viene da lui invitata a cenare insieme, esprime un forte diniego.

Dopo altri cinque anni, i due si rincontrano casualmente in una libreria a Manhattan: Sally è stata lasciata dal compagno, mentre la moglie di Harry ha chiesto la separazione per convivere con un altro uomo, dicendo al marito che non era sicura di averlo mai amato. In particolare, Harry si trova profondamente giù di morale e soffre per laccaduto, al contrario di Sally, la quale mantiene un comportamento rilassato. Harry e Sally prendono così un caffè insieme e decidono di tenersi in contatto; tra loro sinstaura un profondo legame di amicizia, che li porta a farsi confessioni reciproche e a discutere con estrema sincerità. Avendo avuto approcci diversi con lamore, discutono anche della possibilità che la donna finga lorgasmo; nonostante che Harry sostenga di saper riconoscere la differenza, Sally gli dimostra il contrario, simulandone uno allinterno di un ristorante e davanti a tutti gli altri clienti.

Harry e Sally trascorrono insieme anche il Capodanno e si promettono che avrebbero fatto ugualmente anche lanno successivo, nel caso entrambi fossero ancora rimasti single. Successivamente i due organizzano un incontro combinato insieme ai loro migliori amici, lo scrittore Jess e larredatrice Marie; lappuntamento non ottiene il successo sperato, tuttavia questi ultimi si innamorano a prima vista e decidono di andare a vivere insieme. In seguito Harry incontra di nuovo Helen: ciò lo scuote notevolmente, tanto da consigliare in preda alla rabbia a Jess e Marie di non confondere gli oggetti delluno con quelli dellaltro, in vista di una loro futura separazione.

Nel frattempo, sia Harry che Sally hanno delle brevi relazioni, delle quali non sono comunque troppo convinti. Una sera, Sally telefona disperata ad Harry per chiedergli di recarsi a casa sua, dopo essere stata informata da Joe che si sarebbe a breve sposato con unaltra; Sally capisce che Joe con lei desiderava esclusivamente la convivenza poiché in realtà non lamava, di conseguenza Harry cerca in ogni modo di consolarla e i due finiscono a letto insieme. La mattina seguente Harry, imbarazzato, lascia rapidamente lappartamento dellamica; la sera stessa i due cenano insieme e convengono di avere commesso un errore. In seguito a ciò, i due preferiscono però smettere di frequentarsi. Tre settimane dopo Jess e Marie si sposano ed entrambi sono invitati in qualità di testimoni; Harry cerca di riappacificarsi con Sally, ma la ragazza non è affatto intenzionata a perdonarlo e litiga con lui.

Durante le settimane successive, Harry telefona ripetutamente allamica per riallacciare i rapporti, ma Sally non risponde ad alcuna delle sue chiamate. Harry riesce infine a parlare con Sally le propone di trascorrere insieme il Capodanno, come si erano promessi lanno precedente; la ragazza tuttavia rifiuta, sostenendo di non voler essere per lui unancora di salvezza. Sally si reca così a una festa, insieme a Jess e Marie, nella quale però non si diverte affatto; Harry trascorre invece la serata da solo, girovagando per la città. Dopo avere visto una coppia baciarsi e aver ripensato allaccaduto, Harry comprende infine i suoi sentimenti nei confronti di Sally e corre da lei. Inizialmente la ragazza lo respinge, ma il giovane dichiara ugualmente il suo amore:

Ugualmente anche Sally capisce di amare Harry e i due si baciano appassionatamente, avendo compreso di non essere più amici, bensì innamorati; tre mesi dopo Harry e Sally celebrano infatti il loro matrimonio.

Il film è scandito da brevi intervalli in cui alternativamente diverse coppie anziane, rimaste sposate per 4 o 5 decenni, narrano brevemente come si sono incontrate e hanno deciso di iniziare il loro lunghissimo matrimonio.

                                     

2. Personaggi

  • Joe è luomo con il quale Sally ha convissuto per cinque anni; dopo avere lasciato la ragazza, luomo convola rapidamente a nozze con Kimberly, una procuratrice distrettuale.
  • Sally Albright è una ragazza di Chicago che sogna di diventare giornalista, dal carattere ottimista ed estremamente preciso. Inizialmente non apprezza Harry a causa dei suoi ragionamenti cinici ed eccentrici; dopo essere stata lasciata da Joe, con il quale conviveva da cinque anni, entra tuttavia in sintonia con lui.
  • Jess è uno scrittore, migliore amico di Harry; in seguito a un incontro combinato si innamora di Marie, con la quale decide di vivere insieme e sposarsi.
  • Marie è unarredatrice, migliore amica di Sally; in seguito a un incontro combinato si innamora di Jess, con il quale poi si sposa.
  • Amanda Reese era durante luniversità la ragazza di Harry e la migliore amica di Sally, tanto da metterli in contatto e permettendo loro di ottimizzare i costi nel viaggio tra Chicago e New York.
  • Harry Burns è un giovane di Chicago che decide di trasferirsi a New York, dove intraprenderà la carriera di consulente politico. Sostiene che ogni persona abbia un lato oscuro e che un uomo e una donna non possano realmente diventare amici, a causa del sesso. Dopo la separazione dalla moglie Helen, instaurerà con Sally Albright un profondo legame damicizia, che si trasforma infine in amore.
  • Helen Hillson è la moglie di Harry; dopo essere stata sposata per cinque anni chiede la separazione dal marito, essendo intenzionata a vivere insieme a un altro uomo, Ira Stone.
                                     

3.1. Produzione Sviluppo del progetto

Nel 1985 il regista Rob Reiner propose alla sceneggiatrice Nora Ephron di pranzare presso la Russian Tea Room di New York, per discutere insieme sulla possibile realizzazione di un film; questultima – sebbene fosse interessata a lavorare con Reiner – non rimase tuttavia convinta dalla storia che le venne proposta. Durante il secondo incontro, al quale era presente anche il produttore Andrew Scheinman, la discussione sincentrò prevalentemente sul significato dellessere single e sul modo in cui tale situazione viene affrontata. Nel terzo incontro, Reiner propose infine una storia riguardante due amici che non volevano fare sesso per non rovinare il loro rapporto, ma che sarebbero poi finiti a infrangere questa "regola". Ephron accettò entusiasta lidea, mentre Reiner iniziò a occuparsi della pre-produzione insieme ai membri dello studio Castle Rock Entertainment, il quale – essendo stato da lui fondato – lasciò ai due piena libertà di realizzazione. Harry, ti presento Sally… risultò essere il secondo film prodotto dallo studio, dopo Gente del Nord.

Ephron completò la prima stesura della sceneggiatura mentre Reiner dirigeva Stand by Me - Ricordo di unestate ; in seguito incontrò nuovamente il regista, prima che iniziasse le riprese de La storia fantastica. Per ottenere degli spunti riguardo al protagonista maschile della vicenda, Ephron fece a numerosi maschi e in particolare a Reiner domande sul loro modo di relazionarsi con laltro sesso. Questultimo era stato da poco lasciato dalla moglie Penny Marshall, dopo dieci anni di matrimonio, cosa che lo aveva portato – secondo Nora Ephron – a essere contemporaneamente depresso e orgoglioso della propria depressione, oltre che a sviluppare un senso dellumorismo nero, cinico e corrosivo. Al contrario, il personaggio di Sally fu basato sulla stessa sceneggiatrice, la quale si caratterizzava per un comportamento attivo e controllato, ma anche per avere una visione prevalentemente ottimistica del mondo; nelle intenzioni di Ephron, latteggiamento di Sally doveva essere un contrappeso al modo di fare nevrotico di Harry. Sia la sceneggiatrice che il regista sottolinearono inoltre la fortuna di aver trovato Billy Crystal e Meg Ryan come protagonisti, ossia due attori che non si erano ancora affermati in ambito cinematografico; la loro scelta riuscì infatti a permettere che Harry, ti presento Sally… fosse sviluppato al costo relativamente contenuto di 14.5 milioni di dollari.

Durante la lavorazione della pellicola, furono considerati numerosi titoli: Blue Moon Luna blu, Boy Meets Girl Un ragazzo incontra una ragazza, How They Met Come si incontrarono, It Had to Be You Dovevi essere tu, Just Friends Solo amici, Playing Melancholy Baby Suonando Melancholy Baby, Scenes from a Friendship Scene da unamicizia e Words of Love Parole damore. Per la scelta del titolo definitivo, Reiner organizzò anche un piccolo concorso tra i membri della troupe, nel quale sarebbe stato possibile vincere una cassa di Champagne. Dopo liniziale scelta di Harry, This Is Sally… Harry, questa è Sally…, titolo particolarmente apprezzato dalla sceneggiatrice e usato nelledizione italiana della pellicola, il regista preferì When Harry Met Sally… Quando Harry incontrò Sally…, poiché a suo parere il cardine della vicenda si trovava proprio nellincontro fra i due protagonisti. Come "filo conduttore" e intermezzo tra alcune scene del film, Reiner decise di inserire storie vere riguardanti come alcune coppie si erano conosciute, ritenendo che ogni persona avesse una meravigliosa storia da raccontare; per motivi di praticità, tali scene furono tuttavia recitate da attori.



                                     

3.2. Produzione Sceneggiatura e regia

Nora Ephron elogiò più volte il cast per la sua creatività e inventiva, affermando che "è da pazzi non cambiare la sceneggiatura, quando hai a che fare con attori così": numerose parti dello script furono infatti aggiunte dopo un confronto con i membri del cast, o furono frutto dellimprovvisazione di questi ultimi. In particolare, Billy Crystal improvvisò con Meg Ryan lintera scena in cui i due fanno versi utilizzando le parole "pepe" e "paprica", parte della dichiarazione damore finale e lintero epilogo della vicenda, nel quale i due protagonisti parlano del loro matrimonio. Le peculiari ordinazioni di Sally furono invece inserite per volontà del regista, sulla base del comportamento di Nora Ephron, la quale era solita in occasione dei pasti fare ai camerieri numerose e precise richieste. La sceneggiatrice scelse inoltre di non aggiungere sottotrame lavorative, le quali secondo Ephron non avrebbero coinvolto gli spettatori, bensì li avrebbero allontanati dal fulcro della vicenda; i mestieri dei vari personaggi furono di conseguenza soltanto accennati.

Riguardo alla celebre scena dellorgasmo simulato, nella stesura originale era previsto solo che i protagonisti parlassero di orgasmi non autentici; Meg Ryan si offrì tuttavia di simularne uno e propose di ambientare la scena in un luogo affollato, come un ristorante. La frase conclusiva della scena, Quello che ha preso la signorina – nella versione originale Ill have what shes having – fu invece suggerita da Billy Crystal e recitata dalla madre del regista, Estelle Reiner; tale battuta, che nelle intenzioni di Reiner doveva essere lapice dellintera sequenza, è stata inserita al trentatreesimo posto nella classifica AFIs 100 Years. 100 Movie Quotes, comprendente le frasi più celebri della storia del cinema. Relativamente a ciò, Reiner ed Ephron sottolinearono che durante le proiezioni di prova le spettatrici ridevano di gusto, mentre al contrario gli spettatori di sesso maschile rimanevano in silenzio.

Rob Reiner affermò di aver diretto il film tenendo sempre in mente il concetto di amicizia, da lui intesa come "un rapporto in cui si condividono pensieri e sentimenti intimi" che trova la sua sublimazione nel matrimonio; tuttavia, per Reiner una reale amicizia tra uomo e donna era impossibile, essendo sempre presente una tensione sessuale di base, capace di condizionare il rapporto. Lo scopo del regista diventò quindi "dire la verità su come stanno le cose tra uomini e donne", basandosi sulla propria esperienza e cercando di trasmettere le sue emozioni al pubblico, con un approccio empatico. Sebbene la domanda principale della pellicola sia "Possono un uomo e una donna essere amici?", Nora Ephron affermò:

La sceneggiatrice ha inoltre aggiunto che "ci sono due tradizioni nella commedia romantica: quella cristiana, dove cè un ostacolo alla relazione, e quella ebraica, scoprire nuove location e angolazioni diverse e farle apparire come qualcosa di nuovo". I primi giorni furono trascorsi dalla troupe e dal cast nelle città di Los Angeles e Chicago, per delle brevi riprese; a Los Angeles – presso lHotel Park Plaza, situato al 607 di South Park View Street – venne situato lingresso del palazzo in cui Sally si trova per festeggiare il Capodanno, dopo aver litigato con Harry, mentre le scene iniziali della pellicola furono girate presso lUniversità di Chicago, situata al 5801 di Ellis Avenue. La troupe si spostò quindi a New York, dove rimase fino al termine delle riprese.

Il luogo in cui i due protagonisti si separano per la prima vola dopo essere giunti a New York è lArco di Trionfo presso il Parco di Piazza Washington, allangolo con la Quinta Strada di Manhattan; i due si rincontrano per la prima volta allAeroporto John Fitzgerald Kennedy, e in seguito nella libreria Shakespeare & Co., situata al 2259 di Broodway e non più esistente. Lo stadio in cui Harry discute con Jess riguardo al suo divorzio è il Giant Stadium, situato ad East Rutherford, nel New Jersey; Sally parla invece con le amiche della fine del suo fidanzamento presso la Loeb Boathouse, ristorante situato allinterno di Central Park, allangolo tra la Settantaquattresima e la Settantacinquesima Strada. Central Park viene inoltre attraversato da Harry e Jeff mentre fanno jogging, oltre che dai protagonisti mentre discutono delle loro fantasie ricorrenti; in particolare, Rob Reiner ha confessato di apprezzare particolarmente questultima scena, nella quale "si vedono i vari colori delle foglie", che rendono Central Park "sempre meraviglioso". La sequenza in cui Harry e Sally scherzano tra loro usando le parole "pepe" e "paprica" è invece ambientata presso il Museo Metropolitano dArte, nella sala del Tempio di Dendur; il regista e la scenografa Jane Musky scelsero tale location poiché apprezzavano "la sproporzione tra loro due e il mondo" che si veniva a creare al suo interno.

Jane Musky, in accordo con il regista e la sceneggiatrice, scelse per i vari personaggi degli appartamenti spaziosi, "che molti della loro età non avrebbero potuto permettersi", con lo scopo di far rimanere il pubblico estasiato. Laddetta alla scenografia affrontò inoltre numerose discussioni riguardanti la qualità delle immagini, temendo che immagini troppo belle avrebbero potuto sembrare agli occhi del pubblico poco credibili; in seguito optò comunque per la "bellezza assoluta". Lappartamento di Harry è situato al numero 57 dellUndicesima Strada, mentre quello in cui Jess e Marie si trasferiscono dopo essersi sposati si trova nella zona residenziale dellUpper West Side, al 32 dellOttanovesima Strada. Il ristorante in cui questi ultimi sincontrano per la prima volta è il Cafè Luxembourg, posto al numero 200 della Settantesima Strada, mentre il loro ricevimento di matrimonio è ambientato al settimo piano del Puck Building, situato al 295 di Lafayette Street; al primo piano del medesimo edificio è stata invece ambientata la scena finale della pellicola, nella quale i protagonisti si dichiarano il loro amore. Harry e Sally, per trovare un regalo ai due amici, si recano inoltre allinterno di un negozio Sharper Image, situato al numero 4 della Cinquantasettesima Strada, il quale ha poi cessato le attività.

La scena dellorgasmo simulato fu filmata al ristorante Katzs Delicatessen, comunemente conosciuto come Katz Deli e situato al 205 di Houston Street, nellEast Side. Tale location fu scelta poiché Musky cercava "un posto frequentato quotidianamente da gente comune, che desse la sensazione di vulnerabilità e tranquillità", con lo scopo di amplificare ulteriormente la reazione degli spettatori dinnanzi allinsolito comportamento di Sally; in seguito allinterno del locale è stata posta una targa commemorativa, recante scritto "Il luogo di Harry, ti presento Sally… Speriamo che anche voi prendiate quello che ha preso la signorina!" in inglese Where Harry Met Sally… Hope you have what she had!. Nel 2013, nel medesimo luogo, la sequenza è stata replicata da venti membri del gruppo Improv Everywhere, coordinati da Zach Linder e Ashley Ward, rispettivamente nei ruoli di Harry e Sally; nel 2019, in occasione dei trentanni dalluscita di Harry, ti presento Sally…, il ristorante stesso ha indetto un concorso per ricreare al suo interno e al medesimo tavolo la celebre scena.

                                     

3.3. Produzione Scene eliminate

Nel corso della realizzazione del film, Rob Reiner e Nora Ephron decisero di eliminare o realizzare nuovamente numerose scene; in particolare, la sequenza in cui Harry e Sally discutono rispettivamente con Jess e Marie, dopo aver trascorso la loro prima notte insieme, è stata girata oltre sessanta volte. Il regista ebbe infatti difficoltà a coordinare i quattro interpreti, i quali si trovavano in tre set differenti, e a creare un effetto di "botta e risposta" tra gli attori che potesse sembrare al pubblico realistico; Reiner decise quindi di usare dei telefoni cablati, per fare in modo che ognuno potesse ascoltare anche le frasi pronunciate contemporaneamente dai colleghi.

Riguardo alle scene eliminate definitivamente dalla pellicola, in occasione delle edizioni DVD e Blu-ray sono stati recuperati circa sei minuti di materiale inedito; sono stati inoltre assegnati dei nuovi titoli alle varie scene, con lo scopo di renderle più facilmente consultabili agli spettatori. Tali sequenze sono:

  • Notte insonne Sleepless Night, in cui Harry fissa Sally dopo che essi hanno "infranto" il loro rapporto damicizia.
  • Con quanti uomini sei andata a letto? How Many Men Have You Slept With?, in cui Harry e Sally discutono riguardo alle loro precedenti relazioni.
  • Harry fa il mimo Harry Does Impressions, nella quale Harry, mentre viaggia da Chicago a New York, fa la parodia ad alcune scene de Il padrino.
  • Harry e Sally sul divano Harry and Sally on the Couch, una versione estesa dellepilogo finale, nella quale Harry e Sally parlano del loro pranzo di nozze e della luna di miele.
  • Lorribile ragazzo di Sally Sallys Bad Date, nella quale Sally parla con Alice e con la figlia di questultima di un suo pessimo appuntamento, venendo da queste invitata a riflettere meglio sul rapporto che ha con Harry.
  • Ho rovinato tutto! I Blew It, nella quale Harry – dopo essere stato lasciato da Sally – riflette con Jess riguardo ai propri errori.
  • Stavo camminando per strada. I Was Just Walking Down the Street., un ulteriore racconto di coppia riguardante una relazione nata puramente per caso.
                                     

4. Colonna sonora

La colonna sonora di Harry, ti presento Sally… fu prevalentemente eseguita da Harry Connick Jr., con laccompagnamento di unorchestra jazz e specifici contributi del sassofonista Frank Wess e del chitarrista Jay Berliner. Harry Connick Jr., allepoca ventiduenne, venne fatto conoscere al regista mediante lascolto di un suo nastro da Bobby Colomby, batterista del gruppo Blood, Sweat & Tears; Reiner rimase sorpreso da "un tipo che cantava come Sinatra e suonava il piano come Thelonius Monk" e decise di assumerlo immediatamente. Billy Crystal si occupò invece di presentare Marc Shaiman, con cui aveva spesso lavorato in precedenza e del quale aveva apprezzato lampia conoscenza in ambito musicale; il regista apprezzò particolarmente il lavoro di Shaiman, tanto da affidargli le musiche di tutti i suoi successivi film. Allinterno della colonna sonora della pellicola sono presenti anche brani cantati da Frank Sinatra, Louis Armstrong, Ella Fitzgerald, Ray Charles e Bing Crosby; in particolare, la versione di It Had to Be You cantata da Sinatra fu ritenuta da Reiner imprescindibile allinterno del film, pensando – di comune accordo con Crystal – che "quando ti innamori, in testa ti risuona Sinatra".



                                     

5. Promozione

Harry, ti presento Sally… venne pubblicizzato da due differenti locandine: nella prima, Harry e Sally sono ritratti di profilo e si sorridono a vicenda, mentre la città di New York rimane ai loro piedi. Nel secondo poster Harry si trova invece sopra uno sgabello e – rompendo la quarta parete – guarda in direzione dellosservatore; Sally è invece seduta sulle sue gambe e ha lo sguardo rivolto verso il cielo, con aria sognante. La prima locandina fu usata esclusivamente allinterno degli Stati Uniti, mentre la seconda venne scelta anche per la distribuzione internazionale. In entrambi i poster fu tuttavia utilizzata ununica tagline: Can two friends sleep together and still love each other in the morning?, traducibile indicativamente come "Possono due amici dormire insieme e amarsi ancora al mattino?". Nella versione in lingua italiana della locandina, tale frase venne tuttavia resa come: "Possono un uomo e una donna dormire insieme ed essere ancora amici il mattino dopo?".



                                     

5.1. Promozione Trailer

Il trailer del film, distribuito nelle sale cinematografiche alcune settimane prima delluscita della pellicola, ha una durata di due minuti e dodici secondi e si basa sulla versione cinematografica di Harry, ti presento Sally…, la quale non contiene alcuna scena inedita. Allinterno del filmato è sottolineata levoluzione del rapporto tra Harry e Sally e vengono mostrati:

  • la decisione dei due di avere un rapporto sessuale.
  • il viaggio di Harry e Sally tra Chicago e New York;
  • il tentativo di Harry di consolare lamica in lacrime;
  • la concezione di Harry riguardo allamicizia;

Le scene sono intervallate da scritte che elencano gli "ingredienti di una grande relazione": buone prime impressioni, comunicazione ricca di significato, sensibilità, compatibilità sessuale e supporto degli amici. In sottofondo è riprodotta una versione strumentale di It Had to Be You.

                                     

6. Distribuzione

Harry, ti presento Sally… venne distribuito nel mondo principalmente tra il settembre 1989 e laprile 1990; in particolare negli Stati Uniti il 21 luglio 1989 da Columbia Pictures e in Italia il 5 gennaio 1990 da Titanus.

                                     

6.1. Distribuzione Anteprime

Lanteprima di Harry, ti presento Sally… si tenne presso lAcademy Theater di Los Angeles, durante il pomeriggio del 13 luglio 1989. Allevento parteciparono numerose celebrità del mondo dello spettacolo: Bruce Willis e O. J. Simpson, insieme alle mogli, rispettivamente Demi Moore e Nicole Brown, Dennis Quaid, Shelley Long, John Larroquette, Carol Channing, Robert Townsend, John Cusack accompagnato dalla cantante Susannah Melvoin, Carol Kane, Bud Cort, Lesley Ann Warren, Scott Baio, Judd Nelson, Alan Rachins insieme alla moglie Joanna Frank, Ron Perlman, i fratelli e attori Shane e Christian Conrad, Michelle Jonson, il cantante Chris Barnes e lattivista Eunice Shriver, accompagnata dal figlio Bobby e dalla figlia Maria.

Il 30 novembre dello stesso anno si tenne invece presso lOdeon Leicester Square di Londra lanteprima reale, alla presenza della principessa del Galles Diana Spencer; furono inoltre presenti Billy Crystal, Meg Ryan, e Rob Reiner, questultimo preoccupato per la reazione che la principessa avrebbe potuto avere dinnanzi alla sequenza dellorgasmo simulato. Alla seguente scena la principessa sorrise, confidando poco dopo a Billy Crystal che avrebbe voluto ridere molto di più, ma era consapevole che tutti stavano osservando la sua reazione; Diana chiese in seguito di avere una copia privata da proiettare allinterno di Buckingham Palace, per mostrare la pellicola agli amici e rivederla con maggiore tranquillità.



                                     

6.2. Distribuzione Date di uscita

Sono di seguito elencate, in ordine cronologico, le date di uscita e il titolo spesso modificato del film in alcuni dei paesi nei quali fu distribuito:

                                     

6.3. Distribuzione Divieti

A causa di vari dialoghi e scene con riferimento al sesso – inclusa la sequenza dellorgasmo femminile simulato, eliminata nelle versioni censurate – e dellutilizzo di qualche termine volgare, la pellicola ricevette divieti in numerosi paesi. Negli Stati Uniti il film venne classificato come restricted vietato ai minori di 17 anni; in Italia – tramite il visto censura 85306 – fu invece definito "per tutti", non subendo quindi alcuna restrizione.



                                     

6.4. Distribuzione Edizione italiana

Ledizione italiana di Harry, ti presento Sally… fu curata dalla società Angriservices Edizioni, mentre la sonorizzazione avvenne presso lo studio di registrazione Fono Roma. La direzione del doppiaggio fu affidata a Fede Arnaud, assistita da Laura Masini, mentre i dialoghi italiani furono a cura di Elettra Caporello; questultima a partire da Cè posta per te adattò inoltre tutti i film scritti da Nora Ephron. Il doppiaggio dei due protagonisti, Billy Crystal e Meg Ryan, fu affidato rispettivamente a Tonino Accolla e Silvia Pepitoni, mentre quello dei comprimari Jess e Marie a Luca Dal Fabbro ed Elettra Bisetti.

                                     

6.5. Distribuzione Edizioni home video

Nel corso degli anni, Harry, ti presento Sally… fu distribuito in tutti i formati in commercio e in varie edizioni, da differenti compagnie.

Negli Stati Uniti la prima edizione in VHS della pellicola venne distribuita al termine del 1989 da Nelson Entertainment, azienda con la quale la Castle Rock Entertainment si era accordata per favorire la distribuzione dei propri prodotti. Nel 1994 il film fu ripubblicato in videocassetta allinterno del Billy Crystal Four Pack, insieme ad altre tre pellicole in cui lattore aveva recitato e a un making of di Mr. sabato sera. Nel 1997 la Metro-Goldwyn-Meyer curò una nuova edizione VHS, allinterno della collana Contemporary Classics.

La prima pubblicazione della pellicola in DVD risale al 26 gennaio 1999, per opera della PolyGram Music Video; tale edizione è ormai fuori commercio. Il 9 gennaio 2001 la Metro-Goldwyn-Meyer pubblicò unedizione speciale del DVD, contenente: il trailer originale, sette minuti di filmati inediti, il making of della pellicola, il commento audio del regista e un video musicale di Harry Connick Jr. Il 15 gennaio 2008 la stessa azienda distribuì nuovamente Harry, ti presento Sally…, apportando dei cambiamenti ai contenuti speciali: vennero infatti eliminati il making of e il video musicale, mantenuto il trailer e aggiunti un nuovo commento audio – a cura di Rob Reiner, Nora Ephron e Billy Crystal – e sette featurette It All Started Like This, Stories of Love ; When Rob Met Billy ; Billy On Harry ; I Love New York ; What Harry Meeting Sally Meant? ; So Can Men And Woman Really Be Friends?.

Il 10 giugno 2012 la Metro-Goldwyn-Meyer pubblicò la pellicola in Blu-ray, inserendo tra i contenuti speciali gli extra presenti sia nella prima che nella seconda edizione del DVD. Negli Stati Uniti, Harry, ti presento Sally… fu inoltre pubblicato spesso in cofanetti contenenti altre celebri pellicole: il 4 novembre 2008 insieme a Mystic Pizza e Sirene ; il 4 settembre 2012 con Scappo dalla città - La vita, lamore le vacche e French Kiss ; il 3 giugno 2014, insieme a Una coppia alla deriva e Mystic Pizza ; il 7 ottobre 2014, con Stregata dalla luna, La storia fantastica e Rain Man - Luomo della pioggia.

In Italia vennero pubblicate due edizioni VHS: la prima nel 1990, a cura della Titanus e di Videogram; la seconda – a cura della Titanus e di Number One Video – si caratterizzava invece per ladozione di una nuova copertina in cui Harry e Sally, abbracciati, guardano di fronte a loro. La pellicola fu inoltre distribuita allinterno di collezioni più ampie: nel 1993 da Mondadori, come elemento della serie di VHS I grandi film di Panorama ; nel 2000 da De Agostini, nella collana Film damore ; nel 2002 dal Corriere della sera, allinterno de I grandi film. Le edizioni in DVD seguirono quelle pubblicate dalla Metro-Goldwyn-Meyer, ossia ebbero i medesimi contenuti speciali; la prima edizione fu pubblicata il 5 settembre 2001, mentre la seconda il 29 aprile 2008. Similmente, anche ledizione in Blu-ray venne distribuita su modello di quella americana, a partire dal 22 giugno 2011.

                                     

7.1. Accoglienza Incassi

A fronte di un budget di circa 14.5 milioni di dollari, Harry, ti presento Sally… incassò oltre 92 823 000 $ negli Stati Uniti e 93 000 $ nelle restanti aree del mondo, per un totale globale di oltre 186 000 $. Durante la prima settimana, il film fu proiettato, in distribuzione limitata, esclusivamente in 41 sale: la pellicola incassò poco più di 1 094 400 dollari e si posizionò tredicesima al botteghino. La settimana successiva la distribuzione fu estesa a 775 cinema, raggiungendo la terza posizione del box office e incassando circa 8 846 500 $. Sebbene Rob Reiner e Billy Crystal temessero che la pellicola diventasse un flop al botteghino, poiché si scontrava con blockbuster quali Indiana Jones e lultima crociata e Batman, tra il 28 luglio e il 24 settembre il film si mantenne stabilmente tra la terza e la quinta posizione del box office, arrivando a essere proiettato in 1774 sale tra il 22 e il 24 settembre. Nelle quattro settimane successive gli incassi iniziarono progressivamente a calare, portando la pellicola a essere ritirata dai cinema dopo quindici settimane di programmazione.

Similmente, anche in Europa Harry, ti presento Sally… ottenne dei buoni incassi; in particolare, in Spagna – a fronte di oltre 598 600 spettatori – guadagnò poco più di 1 436 400 $. In Francia e Germania furono rispettivamente presenti 1 851 700 e 2 259 500 spettatori, mentre in Italia tale numero si attestò intorno ai 774 780 ingressi, risultando la diciassettesima pellicola più vista per numero di spettatori e la quindicesima per incassi. In generale, Harry, ti presento Sally… fu lundicesimo film a incassare maggiormente nel mondo tra il 1989 e il 1990; fu inoltre la seconda commedia restricted dalla maggiore entrata, preceduto soltanto da Arma letale 2 e seguito da La guerra dei Rose.

                                     

7.2. Accoglienza Critica

Harry, ti presento Sally… ha ricevuto giudizi favorevoli dalla critica cinematografica. Rotten Tomatoes assegna alla pellicola il 90% di freschezza, sulla base di 70 recensioni, affermando che "il commovente e divertente film di Rob Reiner ha creato un nuovo modello per le commedie romantiche, ed è stato abilmente arricchito dallalchimia presente tra Billy Crystal e Meg Ryan"; il consenso del pubblico, a fronte di oltre 395 000 valutazioni, è invece dell89%. Su Internet Movie Database oltre 177 000 persone hanno dato una valutazione positiva, che si attesta intorno a 7.6 su 10; ugualmente, su Metacritic il punteggio è di 76 su 100, accompagnato dal commento "recensioni generalmente favorevoli".

                                     

7.3. Accoglienza Critica statunitense

Peter Travers di Rolling Stone loda la pellicola, affermando che "è un romantico divertimento che lascia estasiati, condito da intelligenza e abbagliante arguzia", tanto da aggiungere che Harry, ti presento Sally… ha centrato il suo obiettivo, poiché dopo averlo visto lascia sulla tua faccia un sorriso che dura per tutto il tragitto verso casa". Roger Ebert del Chicago Sun-Times assegna tre stelle su quattro, ritenendo che la pellicola avrebbe potuto essere lantefatto a lieto fine di un precedente lavoro della Ephron, Heartburn - Affari di cuore, e – pur credendo che in scene come quella dellorgasmo lironia prevale a scapito della credibilità – sostiene che i protagonisti riescano a creare "un buon film di coppia, poiché entrambi riescono a trasmettere un sentimento di genuino calore e tenerezza", sottolineando il fatto che "i dialoghi della Ephron rappresentano il modo in cui tutte le persone dovrebbero riuscire a esprimersi". David Denby del New York Magazine afferma che Harry, ti presento Sally… "è un film incentrato sullindividuo. La maggior parte della sceneggiatura è brillante e la regia le viene dietro tranquillamente, anche se unamicizia come quella di Harry e Sally al punto che nessun altro film appartenente al genere ha mai rappresentato una seria concorrenza a questo". Un parere positivo arriva anche da Lietta Tornabuoni de La Stampa, secondo la quale la pellicola "è una delle commedie americane più riuscite e di maggior successo della stagione: ben costruita, ben recitata, con un dialogo brillante e qualche sottigliezza psicologica, molto divertente". Michele Anselmi de LUnità invita gli spettatori a recarsi al cinema per vedere il film, "perché è una delle poche cose carine venute da Hollywood in questi ultimi mesi: ci si diverte e si esce dalla sala più disposti a riflettere sui propri casi" e si concentra sulla bravura dei doppiatori e degli interpreti, "lui portato alla depressione ma realistico, lei petulante ma sotto ultraromantica".

Secondo il Centro Cattolico Cinematografico, autore delle Segnalazioni cinematografiche, "trionfa il dialogo scoppiettante e ricco di umori, che asseconda il disegno dei personaggi, i quali psicologicamente e in quanto a spessore non potrebbero essere più indovinati", in un film nel quale "i dettagli, le situazioni le sfumature del comico e del sentimentale, della vivacità e dellironia, si fondono in un riuscito equilibrio". Secondo la redazione del sito Cinematographe, "parte di ciò che rende il film così grande è la sua semplicità" e la costruzione di alcune scene, le quali "resteranno una delle cose più romantiche di sempre". Per Maurizio Encari, recensore di Evereye, Harry, ti presento Sally… rimane una delle più riuscite commedie della storia recente. Romanticismo e risate si ibridano alla perfezione in un cocktail frizzante, costruito su dialoghi memorabili e una sceneggiatura, seppur non originalissima, credibile ed empatica". Concordano con questa opinione anche Antonio Cuomo di Movieplayer e Federica Marcucci di Leitmovie: per il primo la pellicola è "segue i binari della commedia romantica, riuscendone a evitare le banalità e analizzando con intelligenza il rapporto uomo / donna"; per la seconda è "un racconto lucido, divertente e senza tempo delle complicate relazioni tra uomini e donne".

                                     

8. Riconoscimenti

Harry, ti presento Sally. ha ricevuto ventuno candidature relative a dodici differenti premi, riuscendo a ottenerne quattro. Nel 1990 la sceneggiatura del film fu nominata per il Premio Oscar – in seguito assegnato a Tom Schulman per Lattimo fuggente – e anche per il Golden Globe; riguardo a questultimo premio, lopera ottenne nomination anche nelle categorie miglior film, migliore regia a Rob Reiner, miglior attore a Billy Crystal e miglior attrice a Meg Ryan. Nello stesso anno la pellicola ricevette due candidature ai David di Donatello migliore attrice straniera a Meg Ryan e miglior regista straniero a Rob Reiner; Reiner fu candidato per il miglior film anche al Premio BAFTA, dove Nora Ephron vinse il riconoscimento relativo alla migliore sceneggiatura originale. In occasione del Premio American Comedy, Billy Crystal e Meg Ryan furono rispettivamente definiti miglior attore e migliore attrice protagonista; Carrie Fisher ottenne invece la nomination alla migliore attrice non protagonista. Larrangiatore Marc Shaiman ebbe un riconoscimento dalla ASCAP, nella categoria miglior film al botteghino.

                                     

8.1. Riconoscimenti Classifiche

Nel 2000 lAmerican Film Institute inserì Harry, ti presento Sally… al ventitreesimo posto della classifica AFIs 100 Years. 100 Laughs, la quale comprende le migliori cento commedie del cinema statunitense; nel 2002 la pellicola fu inserita anche tra i migliori cento film sentimentali allinterno della AFIs 100 Years. 100 Passions, occupando la venticinquesima posizione. Nel 2004 la canzone It Had to Be You, presente allinterno dellopera, ottenne il sessantesimo posto allinterno della AFIs 100 Years. 100 Songs, raccolta delle cento canzoni statunitensi che si sono caratterizzate per popolarità, importanza storica e impatto culturale. Lanno successivo Ill have what she have – nella versione italiana "Quello che ha preso la signorina" – venne inserita tra le cento migliori citazioni cinematografiche di tutti i tempi, nella AFIs 100 Years. 100 Movie Quotes. Infine, nel 2008, in occasione della AFIs 10 Top 10, la pellicola venne inserita al sesto posto nella categoria commedia romantica.

Nel 2002 Entertainment Weekly inserì la pellicola nella lista delle venticinque migliori commedie romantiche, assegnandole il secondo posto. Nel 2008 la rivista britannica Empire pose la pellicola al novantesimo posto nella lista dei 500 migliori film della storia; allinterno della lista furono inseriti anche ulteriori opere del regista: This Is Spinal Trap, Stand by Me - Ricordo di unestate e La storia fantastica. Nel 2015 il sito di critica cinematografica Rotten Tomatoes la aggiunse invece nella sua classifica delle migliori commedie romantiche, assegnandole la cinquantesima posizione su un totale di centocinquanta pellicole. Nel 2018 è stata reputata da Vanity Fair come "la migliore commedia romantica mai creata"; nella medesima lista sono presenti anche Insonnia damore e Cè posta per te, entrambi scritti da Nora Ephron e rispettivamente alla decima e alla seconda posizione.

                                     

9. Citazioni e riferimenti

La pellicola contiene al suo interno citazioni, più o meno evidenti, di opere a essa precedenti; sebbene né il regista né la sceneggiatrice siano mai intervenuti in proposito, limpianto narrativo e la costruzione dei personaggi allinterno di Harry, ti presento Sally… sono stati spesso accostati a due opere di Woody Allen, Io e Annie e Manhattan. A causa della sua fama, il film è stato in seguito omaggiato da numerose altre pellicole e da programmi televisivi, anche per mezzo della parodia.

                                     

9.1. Citazioni e riferimenti Opere citate nel film

  • Quando, per la seconda volta, i due protagonisti guardano Casablanca, lo schermo viene diviso esattamente a metà mediante il metodo dello split screen ; tale tecnica – che sarà nuovamente usata quando Harry e Sally confesseranno agli amici di aver avuto un rapporto sessuale – è un omaggio alla pellicola del 1959 Il letto racconta., interpretata da Rock Hudson e Doris Day.
  • Parlando al telefono con Sally, Harry racconta allamica di aver continuato a guardare, in preda alla tristezza, Il carissimo Billy in spagnolo. Poiché la serie televisiva non era molto conosciuta in Italia, nelladattamento essa viene sostituita da I Robinson.
  • Durante il gioco in cui Sally deve far indovinare agli amici il disegno che sta facendo alla lavagna e rappresentante le "prime parole", Jess associa questultimo a Il pianeta delle scimmie, mentre Harry alla "bocca di Rosemarys Baby" e in seguito al "figlio de Lesorcista". Nelledizione italiana è stato tuttavia mantenuto solo questultimo riferimento.
  • Harry, prima di cantare Il calessino con le frange blu insieme allamica, cita il musical Oklahoma! come corretta fonte di provenienza della canzone.
  • Harry, prima di ricevere una telefonata da Sally, che gli chiede di recarsi a casa sua, è visto leggere il romanzo del 1988 di Robert Ludlum Lagenda Icaro ; in particolare si nota che Harry legge fin da subito lultima pagina, poiché, come aveva precedentemente affermato "quando compro un libro io leggo lultima pagina per prima, così se muoio prima di finire so quello che succede".
  • Durante il loro primo incontro Harry e Sally parlano del film Casablanca e del suo finale; in particolare Sally afferma "Io non vorrei mai passare il resto della mia vita a Casablanca, sposata a uno che gestisce un bar: ti sembrerò una snob ma è così". In seguito, quando i due protagonisti avranno modo di rivedere il film, Sally negherà di aver pronunciato tale frase.
  • Mentre si trova in libreria con Sally, per fare allamica lesempio di persone che inizialmente si detestano e poi si innamorano, Marie cita La signora scomparsa ; tale film è a sua volta un rifacimento di La signora scompare, pellicola del 1938 diretta da Alfred Hitchcock.
                                     

9.2. Citazioni e riferimenti Citazioni in opere successive al film

  • Il film ha ricevuto nel 2004 un rifacimento ad opera di Bollywood: Io & tu - Confusione damore ; unulteriore film di Bollywood, Jab Harry Met Sejal, ha usato nel 2017 il medesimo titolo dellopera di Reiner come omaggio, pur avendo una trama completamente diversa e suscitando per questo numerose polemiche tra gli spettatori.
  • Allinterno di Insonnia damore, pellicola del 1993 diretta da Nora Ephron, il personaggio interpretato da Meg Ryan chiede di potere avere "tè, con bustina a parte", in riferimento alle particolari ordinazioni di Sally.
  • Harry, ti presento Sally… è stato dispirazione per numerose commedie romantiche, tra cui Boys and Girls - Attenzione: Il sesso cambia tutto, Sballati damore - A Lot Like Love e Certamente, forse, le quali lo citano al loro interno ne riprendono la struttura. La pellicola è stata dispirazione anche per serie televisive quali Seinfeld e The Mindy Project.
  • Bobby Farrelly, regista della commedia del 1997 Tutti pazzi per Mary, ha affermato di avere sempre tenuto il film di Reiner come punto di riferimento nel corso delle riprese, ritenendo di aver creato "un incrocio tra Harry, ti presento Sally… e Mezzogiorno e mezzo di fuoco, che potrebbe essere persino chiamato Harry, ti stalkero Sally… ".
  • In Notting Hill, commedia romantica del 1999 diretta da Richard Curtis, lattore Sanjeev Bhaskar si riferisce alla celebre scena dellorgasmo parlando di Meg Ryan come "lattrice che ha un orgasmo ogni volta che la porti fuori per un caffè".
  • Negli Stati Uniti, Harry, ti presento Sally… ha reso comune – nellambito delle relazioni affettive e amorose – luso dei termini transitional person e high-manteinance ; essi, nelladattamento italiano, sono stati rispettivamente resi come signore di passaggio e alto mantenimento.
  • Allinterno di Misery non deve morire, film del 1990 che Reiner ha diretto dopo Harry, ti presento Sally… viene chiaramente mostrata una videocassetta di tale pellicola nel negozio della cittadina in cui Annie Wilkes si reca a fare acquisti.
                                     

9.3. Citazioni e riferimenti Parodie

  • I Griffin hanno reso omaggio al film allinterno del quinto episodio della sesta stagione, Louis uccide Stewie ; prima di sparare a Stewie, Peter esclama la frase "quello che ha preso la signorina", ritenendola una frase deffetto per un film dazione. La celebre battuta è stata in seguito ripresa in due film danimazione: nel 2005 da Robots e nel 2007 da Ratatouille.
  • Nel 2011, Billy Crystal ha ironicamente girato con Helen Mirren un seguito di Harry, ti presento Sally… dalla durata di cinque minuti e intitolato Grampires - When Sharon Bit Harry… ; al suo interno Billy Crystal propone ad alcuni produttori unidea per la realizzazione di un sequel, secondo la quale dopo la morte di Sally, Harry sinnamora dellanziana Sharon. Questultima tuttavia è un vampiro, e per vivere insieme allamato decide di trasformare anche Harry in una tale creatura.
  • Nella scena iniziale de I perfetti innamorati, film del 2001 scritto e interpretato da Billy Crystal, si parla del film Autunno con Greg e Peg, il quale risulta essere una parodia della scena in cui Harry e Sally camminano nel parco confidandosi alcune loro fantasie ricorrenti.