ⓘ Falco Nero (capo indiano)

                                     

ⓘ Falco Nero (capo indiano)

Falco Nero o Ma-ka-tai-me-she-kia-kiak è stato un capo guerriero dei nativi americani Sauk, stanziati in quello che oggi è il Midwest degli Stati Uniti dAmerica.

Non era un capo per diritto ereditario. Falco Nero si guadagnò lo status di capo guerriero per quanto fatto sul campo: guidò razzie e guerre fin da giovane, ed un gruppo di guerrieri Sauk durante la guerra di Falco Nero del 1832.

Durante la guerra anglo-americana Falco Nero combatté a fianco del Regno Unito contro gli Stati Uniti dAmerica, nella speranza di cacciare i coloni dal territorio Sauk. In seguito guidò un gruppo di guerrieri Sauk e Fox noti come British Band contro i coloni europeo-americani dellIllinois e dellattuale Wisconsin, portando nel 1832 alla guerra che prende da lui il nome. Dopo la guerra fu catturato dagli statunitensi e portato ad est. Assieme ad altri capi guerrieri fu portato in giro ed esposto in numerose città.

Poco dopo essere stato rilasciato, Falco Nero raccontò la propria storia ad un interprete; aiutato da un giornalista, nel 1833 pubblicò Autobiography of Ma-Ka-Tai-Me-She-Kia-Kiak, or Black Hawk, Embracing the Traditions of his Nation. a Cincinnati Ohio. Fu la prima autobiografia di un nativo pubblicata negli Stati Uniti, e divenne un best seller venendo ristampato numerose volte. Falco Nero morì nel 1838 alletà di 70 o 71 anni nellattuale Iowa sudorientale.

                                     

1.1. Biografia Gioventù

Falco Nero, o Sparviero Nero Sauk: Ma-ka-tai-me-she-kia-kiak e duemila stai di mais" per la terra che in seguito divenne Nauvoo Illinois. Questa vendita fece infuriare Falco Nero ed altri Sauk che avrebbero voluto mantenere le terre in Illinois.

Quando Quashquame fu sostituito dal genero Taimah come capo Sauk su pressione statunitense, la sua posizione perse importanza a favore di quella di Falco Nero. Quando Caleb Atwater scrisse della sua visita a Quashquame nel 1829, lo dipinse come debole, più interessato ad arte e letteratura che alla politica, ma ancora alla ricerca della soluzione diplomatica al conflitto. Nellestate del 1830 Falco Nero iniziò le incursioni nel territorio conteso dellIllinois, che alla fine portò alla guerra di Falco Nero.

Il rivale storico di Falco Nero era Keokuk, un capo di guerra Sauk molto stimato dal governo statunitense. Gli ufficiali lo ritenevano calmo e ragionevole, votato alla negoziazione, a differenza di Falco Nero. Falco Nero disprezzava Keokuk, e lo considerava un codardo egoista, arrivando anche a minacciarlo di morte per il fatto di non difendere Saukenuk. Dopo la guerra di Falco Nero gli ufficiali statunitensi nominarono Keokuk principale capo Sauk, e trattarono solo con lui.

                                     

2. Ultimi giorni

Dopo il giro nellest, Falco Nero visse con i Sauk prima lungo il fiume Iowa e poi lungo il Des Moines nei pressi di Iowaville, in quello che oggi e lIowa sudorientale. Alla fine della sua vita cercò di riconciliarsi con coloni americani e con i rivali Sauk, compreso Keokuk.

In una lettera del 1838 indirizzata a Fort Madison lanno della sua morte scrisse:

Falco Nero morì il 3 ottobre Black 1838 dopo due settimane di malattia. Fu sepolto nella fattoria dellamico James Jordan sulla riva settentrionale del fiume Des Moines nella Contea di Davis.

Nel luglio 1839 i suoi resti furono rubati da James Turner, il quale ne preparò lo scheletro per unesibizione. I figli di Falco Nero, Nashashuk e Gamesett, andarono dal governatore Robert Lucas del territorio dellIowa, il quale usò la propria influenza per riottenere le ossa riportandole nel suo ufficio a Burlington. Col permesso dei figli di Falco Nero, i resti furono mantenuti presso la Burlington Geological and Historical Society. Quando ledificio che ospitava la Society fu raso al suolo da un incendio nel 1855, i resti di Falco Nero furono distrutti.

Secondo una storia alternativa il governatore Lucas diede le ossa di Falco Nero a Enos Lowe, un medico di Burlington, il quale le avrebbe lasciate al suo collega, il dottor McLaurens. Dopo il trasferimento di McLaurens in California, gli operai dissero di aver trovato delle ossa in casa sua. Le seppellirono in una tomba nel cimitero di Aspen Grove a Burlington.

Cè una tomba a lui dedicata nel cimitero di Iowaville sulla colina sul fiume, anche se non si sa se contiene veramente i suoi resti.

                                     

3. Retaggio

  • Secondo una famosa leggenda, il vincitore della medaglia doro olimpica Jim Thorpe sarebbe un discendente di Falco Nero.
  • Lo spiritualista e medium afroamericano del Wisconsin Leafy Anderson sostenne che Falco Nero fu uno dei suoi principali spiriti guida.
  • Tramite linterprete Antoine LeClair, Falco Nero dettò unautobiografia intitolata Vita di Ma-ka-tai-me-she-kia-kiak o Vita di Falco Nero, pubblicata originariamente nel 1833.
  • Una scultura di Lorado Taft domina il Rock River ad Oregon Illinois. Intitolata Leterno indiano, questa statua è comunemente nota come statua di Falco Nero. In tempi moderni Falco Nero è considerato un eroe tragico ed esistono in sua memoria numerose commemorazioni. Si tratta soprattutto di eponimi; molte strade, squadre sportive e scuole prendono il nome da Falco Nero Black Hawk in inglese. Delle molte guerre combattute nella storia degli Stati Uniti, la guerra di Falco Nero è una delle poche a prendere il nome di una persona.


                                     

4. Esempi di eponimi

Tra le varie cose che hanno preso il nome di Falco Nero si ricordano:

  • La nave statunitense USS Black Hawk.
  • La Contea di Black Hawk nellIowa
  • Il Black Hawk Bridge tra lIowa ed il Wisconsin
  • I Chicago Blackhawks della National Hockey League